Molti non sanno dell’esistenza di un servizio offerto da WhatsApp per effettuare pagamenti: questo è dovuto principalmente al fatto che il servizio in questione è ancora in beta tester in India e Brasile, nonostante sia vero che, in India, WhatsApp ha ricevuto degli ottimi risultati, e in Brasile si è verificato lo stesso scenario.

Facebook, la società proprietaria di WhatsApp, ha provato a entrare nel settore finanziario per anni, con scarsi risultati e WhatsApp Pay è uno di questi suoi tanti tentativi; ma ora la storia sta cambiando e sembra avere un’immagine migliore grazie a questa novità. Infatti, dopo essere stato rifiutato più volte dalla National Payments Corporation of India (NPCI), ha finalmente ottenuto l’approvazione per essere lanciato nel paese asiatico.

L’India così diventa il primo paese al mondo in cui gli utenti sono in grado di effettuare pagamenti tramite WhatsApp semplicemente inviando un messaggio, ma la storia non finisce qui poiché, affinché WhatsApp avesse la possibilità di aprire le operazioni del suo nuovo servizio in India, ha dovuto passare attraverso ardue diatribe legali, durate due lunghi anni e, di conseguenza, la sua approvazione si è presentata come un grande passo per l’azienda di messaggistica istantanea, aprendo così definitivamente una finestra sul mondo finanziario.

D’altra parte, abbiamo recenti progressi della piattaforma di WhatsApp per far sì che questo servizio venga condiviso anche in Brasile: sappiamo che WhatsApp Pay è strettamente collegato a Facebook Pay e che il Brasile ha processi legali veramente complicati per aprirsi completamente a questa novità. Uno dei motivi principali per cui hanno deciso di accogliere il servizio prima del resto dell’America Latina è a causa del grande mercato offerto da questo paese, che consente a WhatsApp Pay di crescere e diventare popolare in pochissimo tempo.

In questo modo, WhatsApp Pay viene messo a disposizione il 15 giugno 2020 in Brasile, dopo diversi mesi di test in India: se ovviamente il servizio dovesse rivelarsi un successo, potrebbe essere esteso al resto dell’America Latina e ai paesi del primo mondo, generando così ottime aspettative.

Cos’è WhatsApp Pay?

Nel 2018, WhatsApp ha avuto la grande idea di inventare un servizio in cui è possibile pagare e incassare soldi con un solo messaggio, dando vita a WhatsApp Pay. Questo servizio infatti permette di fare quanto detto precedentemente, quindi inviare e ricevere denaro per mezzo di un semplice e istantaneo messaggio dall’applicazione. Questo strumento si basa su servizi come Bizum e, forse, guadagnando popolarità diventerebbe un ottimo strumento da usare per la propria attività e vita quotidiana.

Da notare che questo servizio è pensato per le aziende, grandi e piccole imprese, per effettuare pagamenti istantanei e veloci, senza l’utilizzo di carte o codici, ottenendo un ottimo complemento a WhatsApp Business, che si integra perfettamente con il concetto di business che questa app prevede.

Come funzionano i pagamenti tramite WhatsApp?

Come funzionano i pagamenti tramite WhatsApp?

Questo servizio è strettamente legato a Facebook Pay e, soprattutto, i pagamenti effettuati tramite WhatsApp saranno uno strumento molto utile sia per le piccole e grandi imprese che per le aziende in generale.

In primo luogo, le transazioni possono essere effettuate tra conti di familiari e amici, queste possono essere di qualsiasi tipo, per acquisti, pagamenti di debiti o semplicemente regali. D’altra parte, puoi anche effettuare pagamenti alle imprese in modo molto semplice, veloce e sicuro. L’obiettivo è rendere queste transazioni sempre più facili, come inviare un messaggio di testo.

Adesso WhatsApp Pay richiede pochissimi passaggi per essere subito utilizzabile: come primo step, devi creare un account su Facebook Pay e WhatsApp Business per ricevere pagamenti da qualsiasi tipo di carta; inoltre gli account devono essere collegati.

La società infatti ha specificato che per le transazioni tra familiari e amici non ci sarà alcun tipo di commissione. Tuttavia, per gli acquisti tra aziende, la commissione sarà del 3,99%.

Quali sono i limiti per i pagamenti su WhatsApp?

Quali sono i limiti per i pagamenti su WhatsApp?

Per ora sembra che il limite di transazione, per ricevere o inviare denaro, non sia superiore a 200$. Questo possiede un grande vantaggio perché sarà possibile effettuare fino a 20 transazioni al giorno, al contrario del limite di 1100 dollari al mese previsto con l’utilizzo della carte di debito e credito.

¿Cómo lucirá esta nueva herramienta dentro de WhatsApp?

Per ora, gli utenti in Brasile sono gli unici che possono godere dei pagamenti effettuabili tramite l’applicazione ma, poco a poco, si diffonderà anche in altre parti dell’America Latina e del mondo intero. Riportiamo anche un video condiviso in portoghese che spiega come apparirà questa nuova funzionalità all’interno dell’app, che verrà aggiunta nelle opzioni del documento condiviso come “Pagamenti

In questa nuova funzione, sono stati sviluppati diversi livelli di sicurezza, come l’inserimento di un PIN o di un’impronta digitale, per autorizzare le transazioni, funziona in modo simile a quando acquistiamo qualcosa su Google Play.

Come sarà questo nuovo strumento di WhatsApp?

WhatsApp Pay in India e Brasile

Adesso vi racconteremo cosa è successo in India e in Brasile riguardo a WhatsApp Pay, così da capire il contesto generale della situazione.

WhatsApp Pay in India

Come accennato prima, WhatsApp ha avuto due lunghi anni di pratiche legali da approvare in India; tuttavia, dopo questo periodo è stato subito un successo e ha ottenuto una buona reputazione L’India ha una popolazione molto ampia e, per questo motivo, WhatsApp ha deciso di lanciare un nuovo servizio proprio in questo paese che, essendo stato accolto molto bene, hanno deciso di divulgare anche in Brasile, nonostante la situazione completamente diversa.

WhatsApp Pay in Brasile

La situazione di WhatsApp Pay in Brasile è un po’ diversa rispetto a quella dell’India: qui infatti, dopo poco mesi dal lancio, la banca che si occupa di regolare le transazioni WhatsApp ha deciso di chiudere il servizio per verificarne ulteriormente la legalità. Questo ha reso però la funzionalità ancora più sicura per il grande pubblico, permettendo di lanciare nuovamente sul mercato WhatsApp Pay.

Dopo aver riscontrato un ritardo dovuto al blocco ricevuto dal servizio, l’app ha ricevuto finalmente il permesso del Brasile. La banca centrale brasiliana ha approvato l’utilizzo di WhatsApp Pay per le transazioni finanziarie.

WhatsApp Pay in India e Brasile

Dove si può attivare WhatsApp Pay?

Per ora, WhatsApp Pay è disponibile solo in alcuni paesi, tuttavia si prevede che presto verrà aggiornato e aprirà operazioni in tutti i paesi del mondo, compresa l’America Latina, in quanto paesi molto sicuri, oltre l’India e il Brasile che operano ormai da alcuni anni.

Dove è disponibile WhatsApp Pay?

India, dove opera da almeno un anno.

Brasile.

Dove sarà presto disponibile?

– In Messico.

– Nel Regno Unito.

– In Spagna

– In Asia.

Se hai bisogno di ulteriori informazioni su questo servizio e ti trovi in India o in Brasile, puoi leggere qui.

Alternative a WhatsApp Pay

Alternative a WhatsApp Pay

In alternativa ai pagamenti su WhatsApp ne abbiamo 5 da consigliarti poiché utili per te e per i progetti che stai realizzando. Di seguito li elenchiamo affinché tu possa decidere quale sia meglio per le tue esigenze.

Paypal

Paypal è uno dei servizi di pagamento più diffusi e soprattutto uno dei più duraturi. Permette di effettuare transazioni in pochi secondi anche ai nostri contatti, sia con il saldo disponibile sul nostro conto PayPal o collegandolo al nostro conto bancario. Possiamo inoltre inviare un link PayPal.me ai nostri contatti, permettendo un pagamento ancora più rapido. Alcune aziende consentono anche il pagamento con questo servizio, possedendo i codici QR proprio per questa finalità.

Twyp

Un’altra app pionieristica quando si tratta di transazioni finanziarie tramite lo smartphone è Twyp. Questo è un sistema di pagamento della banca ING Direct, utilizzabile da tutti: non è necessario infatti appartenere a quella determinata banca.

L’app si integra con Apple Pay e Google Pay, consentendo di inviare denaro, ottenere sconti presso negozi e distributori di benzina e un sistema di pagamento di gruppo davvero ben fatto e interessante.

Verse

Questa applicazione consente di inviare e richiedere denaro agli amici in modo rapido e semplice. Ha una calcolatrice che divide le spese tra il gruppo di amici, in modo che uno di loro paghi e gli altri inviino automaticamente la parte rettificata.

Il saldo di Verse viene trasferito immediatamente sul nostro conto bancario ed è disponibile sia per iOS che per Android.

Revolut

Questa applicazione ti consente di inviare denaro istantaneamente, è una delle Neobank più utilizzate al mondo ed è abbastanza facile ricaricare denaro direttamente nell’app. I bonifici bancari possono essere effettuati rapidamente sul conto e il denaro può essere trasferito in altre valute senza nessuna commissione, purché non venga superato il limite di 1000 euro per operazione.

Ricevere pagamenti tramite WhatsApp

Callbell e i pagamenti su WhatsApp

Se vieni dal Brasile o dall’India, Callbell sarà sicuramente uno strumento che ti aiuterà a scalare la tua attività in modo stupefacente poiché WhatsApp può elaborare direttamente i pagamenti dei tuoi clienti, ma Callbell può darti la possibilità di servire tutti i tuoi clienti con un team multi-agente e un unico numero WhatsApp, creando una combinazione perfetta.

Anche se non ti trovi in un paese in cui è disponibile WhatsApp Pay, puoi sempre utilizzare metodi alternativi per riscuotere i pagamenti per i tuoi prodotti. Questo servizio proposto da Callbell è davvero molto efficace per i team di vendita e per l’e-commerce.

Se vuoi maggiori informazioni, puoi visitare questo link dove condividiamo tutti i vantaggi che Callbell ha riservato per te

Domande Frequenti

Che cos'è WhatsApp Pay?

Nel 2018 WhatsApp ha avuto la grande idea di inventare un servizio in cui puoi pagare e ricevere denaro con un solo messaggio utilizzando la piattaforma di WhatsApp, dando vita a WhatsApp Pay. Questo è un servizio che ti permette di fare quanto appena descritto: quindi, inviare e ricevere denaro attraverso un semplice e veloce messaggio dall’applicazione.

Come funzionano i pagamenti con WhatsApp?

Questo servizio WhatsApp è strettamente legato a Facebook Pay e, soprattutto, i pagamenti tramite WhatsApp sono uno strumento molto utile sia per le piccole che per le grandi imprese, sia per le aziende che per i privati.

Per prima cosa, si possono effettuare transazioni tra conti appartenenti a familiari e amici: queste transazioni possono essere di qualsiasi tipo, acquisti, pagamenti di bollette o semplicemente regali. Inoltre, puoi anche effettuare pagamenti alle aziende in modo molto semplice, veloce e sicuro. L’obiettivo è rendere queste transazioni facili come inviare un semplice messaggio.

Dove si può attivare WhatsApp Pay?

Per ora WhatsApp Pay è disponibile solo in alcuni paesi, tuttavia si prevede che, con il prossimo aggiornamento, si potrà estendere la possibilità di effettuare queste operazioni in tutti i paesi del mondo, inclusa l’America Latina. WhatsApp Pay, infatti è già attivo in India e in Brasile, posti altamente sicuri ed efficacemente attivi.

Quali saranno i limiti di pagamento su WhatsApp?

Per ora sembra che il limite di transazione, sia per ricevere che per inviare denaro, non sarà superiore a $200. È possibile però effettuare fino a 20 transazioni al giorno e, in questo caso, saranno consentiti fino a $1100 dollari mensili nelle transazioni con l’utilizzo di carte di debito e di credito.

964aef37cbd523c1a8d2250157bf3829x100 - Ricevere pagamenti tramite WhatsApp: cosa sta succedendo?

Sull’autore: Ciao! Sono Alan e sono il responsabile marketing a Callbell, la prima piattaforma di comunicazione pensata per aiutare team di vendita e di supporto a collaborare e comunicare con i clienti attraverso applicazioni di messaggistica diretta come WhatsApp, Messenger, Telegram e Instagram Direct