Il mondo della messaggistica istantanea è dominato dalle due applicazioni di proprietà del colosso californiano Facebook: WhatsApp e Messenger. Oggi analizziamo come sfruttare questi canali di comunicazione per le consegne a domicilio, per massimizzare le potenzialità nel business del delivery

Rapidità e tempi di reazione sono fattori determinanti quando si parla di delivery, i clienti odierni si aspettano pasti caldi e consegnati in tempi brevi. In questa epoca di restrizioni e distanziamento, i ristoratori sono costretti ad adattarsi al contesto e dover organizzare le consegne a domicilio rendendolo un canale di distribuzione efficiente e profittevole.

A questo proposito, l’utilizzo delle app di messaggistica può venire incontro alle esigenze dei ristoranti che vogliono soddisfare le richieste dei propri clienti, che si ritrovano limitati negli spostamenti e disincentivati a frequentare le sale dei ristoranti.

Le due piattaforme per la messaggistica istantanea per eccellenza, WhatsApp e Messenger, possono offrire un notevole aiuto a tutti i ristoratori in difficoltà in questo periodo di crisi post pandemica. Esse consentono, infatti, di creare un rapporto di fiducia con i propri clienti, che decidono di ordinare ed aspettare comodamente a casa i propri pasti.

Come sfruttare WhatsApp per il food delivery

Come sfruttare WhatsApp per il food delivery

Tutti i servizi di ristorazione, come bar, pizzerie, ristoranti o locali notturni hanno la possibilità di integrare WhatsApp nella propria strategia di comunicazione per riuscire a consegnare in modo efficiente i propri prodotti. 

Attraverso la versione Business della famosa app è infatti possibile mostrare i dettagli della propria attività, con informazioni utili come orari di apertura, indirizzo, numero di telefono e sito internet. 

Sfruttare un canale di comunicazione come WhatsApp da modo a un esercizio commerciale di aumentare gli ordini in consegna ed incrementare il rapporto di fiducia tra l’azienda ed il cliente.

I principali vantaggi di utilizzare WhatsApp per il delivery sono:

1) Inviare il menù: inserire il menù nel catalogo dell’account WhatsApp Business per dare modo ai clienti di conoscerne i prodotti;

2) Prendere gli ordini: i clienti potranno contattare agevolmente per ordinare un pasto ed organizzare la consegna in modo istantaneo ed organizzato;

3) Inviare notifiche al cliente: informa i clienti di eventuali modifiche ai loro ordini, come cambio orario, indirizzo non corretto e chiusure dell’attività;

4) Dare la possibilità ai clienti di modificare un ordine: capita spesso di dover modificare un’ordinazione, ed il modo più rapido per poter contattare il ristorante è senz’altro WhatsApp.

Un esercizio commerciale potrà promuovere il proprio canale WhatsApp in diversi modi, uno su tutti, tramite la propria pagina Facebook. Sarà infatti sufficiente impostare il tasto rapido della home, in modo da rimandare gli utenti direttamente a WhatsApp. 

Per incrementare la popolarità del tuo accout WhatsApp del tuo brand delivery, una buona idea potrebbe essere quelle di incollare, su tutta la flotta di motorini ed auto degli adesivi personalizzati con il wostro QR code WhatsApp.

Un modo alternativo è quello di installare un widget sul proprio sito web, che porta i visitatori ad iniziare una conversazione con il ristorante tramite WhatsApp. In questo caso, puoi installare gratuitamente il widget di chat di Callbell tramite questo link.

WhatsApp e Messenger per il delivery

Impostare un bot su Messenger per prendere gli ordini

Se la tua attività di ristorazione vuole, invece, automatizzare le conversazioni con i propri clienti tramite Messenger, è possibile impostare un bot, che sarà in grado di rispondere alle richieste dei clienti in modo automatico.

Per farlo, vogliamo citare di seguito i due tools molto simili tra loro: Manychat e Chatfuel. Sono entrambi software per la creazione di bot su Messenger estremamente intuitivi e con molteplici funzionalità.

Questi tools permettono di creare veri e propri negozi su Messenger, dove gli utenti possono aggiungere al carrello i pasti che desiderano ordinare, selezionare le aggiunte, modificare o cancellare l’ordine comodamente tramite chat.

Inoltre, questi bot consentono di gestire le risposte automatiche, inviare broadcasts, e creare flussi di interazione, nei quali i potenziali clienti possono immergersi per finalizzare l’acquisto. È possibile richiedere l’indirizzo del cliente, nel caso voglia la consegna a domicilio, e ricevere i pagamenti attraverso la conversazione gestita da uno di questi bot.

Per fare ciò sarà sufficiente collegare uno di questi due software alla propria pagina Facebook, importare il menù del ristorante con i relativi prezzi e i tuoi clienti avranno la possibilità di ordinare in totale autonomia i propri pasti.

Come gestire gli ordini su WhatsApp e Messenger

Le possibilità per i ristoranti che vogliono utilizzare WhatsApp e Messenger per il delivery sono davvero molteplici, tuttavia, se la tua attività ha bisogno di gestire entrambi i canali in modo efficiente dovrà avvalersi di una piattaforma esterna.

In primo luogo, perché ricevere conversazioni da entrambe le piattaforme costringerà chi riceve gli ordini a tener aperte entrambe le finestre per gestire le conversazioni in entrata. In secondo luogo, WhatsApp non consente di essere utilizzato da più dispositivi, ciò vuol dire che chi riceve gli ordini sarà l’unico a visualizzare le conversazioni.

Se si vuole disporre di una piattaforma che consente di gestire le conversazioni da un’unica piattaforma e su più dispositivi contemporaneamente, Callbell è il modo più semplice ed innovativo per farlo.

Alcune delle funzionalità di Callbell permetteranno al tuo ristorante di:

1) Gestire le conversazioni delle principali app di messaggistica direttamente da un’unica piattaforma. Potrai prendere ordini da WhatsApp, Messenger, Telegram o Direct da una singola interfaccia;

2) Gestire le conversazioni da più dispositivi contemporaneamente, in modo da consentire a più agenti di gestire le interazioni con gli utenti, prendere ordini e notificare loro eventuali avvisi;

3) Integrando Callbell con le API di WhatsApp Business, i clienti potranno condividere attraverso Whatsapp la loro posizione in tempo reale, facilitando la consegna da parte degli addetti alle consegne;

4) Utilizzare l’app mobile, per i fattorini che potranno così interagire in ogni momento con i clienti a cui stanno consegnando i pasti ordinati. Puoi scaricare l’app di Callbell direttamente da qui Android iOS;

5) Assegnare tag e risposte rapide agli utenti, in modo da categorizzare e gestire più facilmente i rapporti con la propria audience di riferimento.

Se sei interessato a conoscere di più sulla nostra piattaforma e sulle sue potenzialità, scopri altri articoli nel nostro blog. Vi ringraziamo per la lettura!

964aef37cbd523c1a8d2250157bf3829?s=100&d=mm&r=g - Come utilizzare WhatsApp e Messenger per il delivery

Sull’autore: Ciao! Sono Alan e sono il responsabile marketing a Callbell, la prima piattaforma di comunicazione pensata per aiutare team di vendita e di supporto a collaborare e comunicare con i clienti attraverso applicazioni di messaggistica diretta come WhatsApp, Messenger, Telegram e (presto) Instagram Direct