L’attuale crisi sanitaria mondiale che stiamo vivendo, con le relative  le situazioni di emergenza globale che ne sono derivate, hanno comportato un ridimensionamento generale del modo di lavorare e della relativa organizzazione delle comunicazioni.

In questo articolo, vi elencheremo 4 situazioni tipiche, in cui la centralizzazione della messaggistica istantanea aziendale (Whatsapp e Facebook Messenger) possono avere un impatto determinante nella gestione e nella prosperità dell’impresa (o impresa pubblica) in questo periodo di emergenza.

La vendita e la gestione logistica degli ordini (E-commerce)

L’isolamento imposto da vari governi nel mondo per il coronavirus porta i cittadini a cercare nel digitale la risposta alle necessità di approvvigionamento attraverso gli acquisti online di beni. Moltissimi negozianti e piccole e medie imprese, si stanno in maniera rapida adattando al cambiamento per poter sopperire alla crescita spropositata della domanda, anche da parte di consumatori meno abituali, solitamente restii all’acquisto e ai pagamenti online.

Possedere uno strumento reattivo, che consenta ai dipendenti la massima velocità in fase di vendita ed una facile gestione dell’ordine in fase logistica, in questo momento di emergenza é cruciale.

Ecco che, comunicare con i propri clienti, attraverso le due App di messaggistica più utilizzate al mondo (Whatsapp e Messenger), sarà sicuramente un vantaggio competitivo in termini di efficienza oltre che un modo più empatico di comunicare con la clientela.

La piattaforma Callbell, permette di utilizzare un unico conto whatsapp e messenger a più utenti, per una gestione efficiente e monitorata di vendite ed ordini.

Whatsapp e Messenger per il business nei periodi di emergenza

Evitare l’isolamento degli smart Worker

In queste ore, grazie ai vari decreti legge pubblicati un po’ ovunque nel mondo, stiamo assistendo a un massiccio ricorso allo Smart Working.

Quando si pensa allo smart Working, due sono gli aspetti fondamentali da tenere in considerazione: l’aspetto operativo e l’aspetto psicologico.

Per l’aspetto operativo ci riferiamo alla capacità del collaboratore di avere gli strumenti necessari per comunicare in modo efficiente internamente ed esternamente all’azienda. Per limare questa problematica, fortunatamente la tecnologia ci viene incontro. Per la comunicazione interna, esistono vari validi strumenti come Zoom, (uno dei migliori sistemo per videocall, webinar, conference call) Slack (il celebre strumento di messaggistica istantanea aziendale) o Trello (per la gestione dei progetti in team). Sul fronte della comunicazione esterna invece, quella con la clientela, il numero di tool che permettono una gestione condivisa è più limitato.

Ecco perché, la soluzione di Callbell, mettendo a disposizione una piattaforma condivisa dal team, integrando Whatsapp e Messenger si rivela uno strumento valido. Ricordiamo che, specialmente in un contesto BtoC, questi due canali sono i canali ideali. Attraverso Callbell si potrà continuare a fornire supporto alla clientela ed effettuare vendite.

Anche in questo caso non và sottovalutato l’aspetto psicologico: un dipendente che è più inquieto di altri rispetto a quello che sta succedendo e che si trova improvvisamente a lavorare da casa tutta la settimana, isolato dal resto del mondo e esposta a un bombardamento di informazioni, può sviluppare reazioni di panico.

In questi giorni, nelle aziende che scelgono lo Smart Working, gli uffici risorse umane dovrebbero dedicarsi a chattare quotidianamente a tutti i dipendenti che lavorano da casa, anche solo per chiedere loro come va e per aggiornarli sulle attività in azienda…». Un comunicazione attraverso Whatsapp o Messenger, risulterà meno superficiale e più vicino ad un collaboratore in questa situazione di emergenza.

La comunicazione empatica con i pazienti

Comunicare in modo empatico con i pazienti, é diventato recentemente un vero e proprio dilemma per il personale medico sanitario. In un’ottica di riduzione dei contatti sociali, le consultazioni in telemedicina sono letteralmente esplose.  Ecco che, anche in questo caso, per mantenere costanti contatti ed aggiornamenti con i pazienti consultati, Whatsapp si rivela ancora una volta lo strumento più efficace a tale scopo.

Inoltre, con l’esplosione del coronavirus, le cellule informative dei vari servizi sanitari, si trovano a gestire ingenti volumi di comunicazioni per rispondere ai questionamenti degli utenti preoccupati.

La piattaforma Callbell, consente di centralizzare in un’unica piattaforma le comunicazioni Whatsapp, rendendole accessibili ad i membri del team.

Evitare isolamento smartworkers

Supporto dalle ONG ed Associazioni agli utenti

Numerosissime sono le ONG ed associazioni, che in periodi di emergenza di trovano nella necessità di diffondere comunicazioni in modo rapido ed ufficiale con gli utenti. In un mondo dove la navigazione Mobile ha superato di gran lunga la navigazione da Desktop, e dove in contesti emergenziali molte persone possono essere private di un computer la comunicazione sulle app di messaggistica è quella più diretta.

E-learning e comunicazione genitori/insegnanti

Quando il coronavirus ha iniziato a diffondersi nel mondo, una delle prime misure attuate dalle autorità è stata quella di chiudere le scuole fino a nuovo avviso, per garantire la sicurezza degli studenti, insegnanti.

Attualmente, nella maggior parte dei paesi, le scuole rimangono chiuse ed é quindi necessario prendere alcune contromisure per portare avanti la formazione scolastica.

La situazione attuale non deve impedire alle scuole di insegnare e supportare l’apprendimento degli studenti. Whatsapp e Facebook si rivelano gli strumenti più semplici ed intuitivi per comunicare, in particolare con i genitori dei più piccoli, che dovranno sicuramente aiutare i figli in queste settimane di quarantena.

Speriamo che questo articolo sia risultato utile e se siete interessati a provare la nostra piattaforma, non esitate a creare un account.

E-learning da casa

Domande Frequenti

È possibile utilizzare Facebook Messenger per generare nuovi contatti?

È assolutamente possibile utilizzare Facebook Messenger per generare nuovi lead, infatti molte aziende lo utilizzano già, inviando traffico dai loro annunci a pagamento al loro profilo Facebook. Questo tipo di annunci infatti converte in modo più efficace. Per questo, noi consigliamo di usarlo per tutti i tipi di promozioni e per la vendita di articoli o servizi.

Una delle migliori strategie per utilizzare Facebook Messenger per generare leads è creare una lista di distribuzione dei tuoi contatti che si mostrano già interessati e inviare messaggi periodici, creando un certo interesse riguardo ai prodotti o ai servizi che desideri offrire loro.

Come generare leads su Messenger tramite annunci Click-to-Messenger?

Nel 2017, Facebook ha messo a disposizione dei propri inserzionisti la possibilità di creare annunci che avessero come call to action l’avvio di una conversazione con la pagina aziendale. Grazie a questi tipi di annunci, una volta cliccato su di esso, l’utente vedrà la chat di Messenger aperta con un messaggio iniziale e potrà così scegliere di continuare la conversazione semplicemente rispondendo con un altro messaggio..

La combinazione del click sull’annuncio e dell’invio del primo messaggio da parte dell’utente corrisponde al double opt-in richiesto da Facebook per generare un potenziale cliente e poter iniziare a chattare con lui direttamente su Messenger.

Scopriamo di più su come creare annunci click-to-messenger qui.

964aef37cbd523c1a8d2250157bf3829x100 - I vantaggi di utilizzare Whatsapp e Messenger per il business nei periodi di emergenza (Covid-19)

Sull’autore: Ciao! Sono Alan e sono il responsabile marketing a Callbell, la prima piattaforma di comunicazione pensata per aiutare team di vendita e di supporto a collaborare e comunicare con i clienti attraverso applicazioni di messaggistica diretta come WhatsApp, Messenger, Telegram e Instagram Direct

X